Psicoterapia Ipnotica Neo-Ericksoniana

Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

EMDR

... altre tecniche

Il punto dove la Psicoterapia Ipnotica Neo-Ericksoniana fa la differenza nel trattamento rispetto alle altre discipline risiede nel rendere opzionabile “la scelta” di sopportare la sofferenza, la quale implica un atteggiamento mentale molto diverso rispetto al sentirsi obbligati a sopportarla. Quando ci troviamo di fronte ad una sofferenza, che dipenda da un cambiamento che non riusciamo a fare (es. da una fase di vita all’altra), da una fissazione (es. i DOC), da un dolore fisico, da scelte di altri che influenzano la nostra vita, da eventi inattesi (lutti, incidenti, ecc.), ciò che fa la differenza fra il riuscire a sopportare la sofferenza ed il percepirla insopportabile è proprio la scelta di sopportarla, che consente di ridurre la fatica profusa nel combattere la situazione in essere. Quando la situazione implica di per sé una quota di sofferenza che non possiamo eliminare, ciò che possiamo fare è non zavorrare ancora di più tale sofferenza con lo sforzo implicato nel volerla combattere, con la frustrazione susseguente, e con la rabbia derivante dal senso di ingiustizia per quanto subito. “Scegliere di sopportare” fa svanire lo sforzo del combattimento e la rabbia. È uscire dalla propria posizione egocentrica per comprendere profondamente come siamo una parte equivalente alle altre del mondo e perciò passabili di situazioni belle e di situazioni brutte; è prendere consapevolezza della realtà nella sua interezza, fatta di cose piacevoli e spiacevoli, e di come ognuno di noi sia dentro questo flusso che scorre, e dove i concetti di ciò che è giusto o non giusto non hanno più senso e si dissolvono. Se il costrutto di giustizia, che è alla base del “sentirsi obbligati a sopportare”, non ha più senso, allora non ha senso nemmeno la rabbia. Le situazioni nella vita accadono; di alcune abbiamo il controllo e possiamo modificarle, di altre non abbiamo nessun controllo e possiamo solo viverle, accettandole. Siamo come delle efemere, quegli insetti delicati con le ali reticolate, esili e filiformi, che vivono per un sol giorno. L’efemera adulta vive poche ore, sufficienti solamente per accoppiarsi. Non ha né bocca né stomaco, ma non ne ha la necessità dal momento che non vive così a lungo da dover mangiare. Le uova deposte dall’efemera si schiudono dopo che il genitore è morto. Cosa significa tutto questo? Qual è il senso del tutto? Non c’è un senso. È semplicemente così. Non c’è nè del buono nè del cattivo. La vita è semplicemente inevitabile. Perciò il punto è che non c’è alcun punto. Forse la cosa più difficile da accettare per ognuno di noi è il fatto di essere così comune. “Scegliere di sopportare la sofferenza” è quindi sinonimo dell’atteggiamento mentale di accettazione, dove il concetto di scelta consapevole e libera assume il massimo rilievo. All’interno della Psicoterapia Ipnotica Neo-Ericksoniana è proprio il concetto di libertà mentale ciò che deve trasmettere il terapeuta al suo paziente. Si tratta di fornirgli più opzioni di scelta visto che in genere lui arriva da noi avendone troppo poche. Perciò proponiamo un ventaglio di possibilità fra cui la persona possa liberamente scegliere e poi la istruiamo sul fatto che ha tutte le risorse per percorrere qualsiasi decisione. È come trovarsi nella nebbia senza sapere dove ci si trova. Quando arriva il sole si scopre di trovarsi ad un crocevia, senza indicazioni, e si deve scegliere la Tesi di specializzazione in Psicoterapia 34 via seguendo il sole: dove si vuole che riscaldi e illumini? Di fronte, di lato o dietro? Anche stare momentaneamente fermi è una soluzione. Ciò significa che accettiamo implicitamente la persona nella sua totalità, attraverso l’accettazione delle sue scelte: il paziente deve capire da sé qual è la soluzione ai suoi problemi. Di più, accettare una persona per ciò che è, è autorizzarla ad essere pienamente se stessa, e questo è già un cambiamento terapeutico. Per avere questo atteggiamento mentale è necessario essere in grado di sospendere il giudizio sulla persona e sulle sue scelte.

  • Black Icon LinkedIn
  • Black Facebook Icon

2020 by Elena Franzot.